La città diffusa

Anche se i primi insediamenti urbani sul territorio che circonda Torviscosa sono molto antichi, quello che vediamo oggi, nel suo aspetto e nell’organizzazione d’insieme, risale al Novecento ed è opera della SNIA Viscosa. 

Il paesaggio agrario è segnato dalla caratteristica geometria delle bonifiche: appezzamenti ampi e regolari, divisi da canali di raccolta delle acque e da lunghe strade interpoderali. La vasta proprietà agricola acquistata dalla SNIA-SAICI viene suddivisa in 6 unità aziendali che fanno capo ad altrettante agenzie. Ogni agenzia si compone di una serie di edifici, residenziali e produttivi, che presentano caratteristiche in parte diverse in relazione all’epoca di costruzione. Alcune hanno infatti avuto origine da un nucleo preesistente alla fondazione di Torviscosa, altre, invece, sono state costruite dalla SAICI negli anni ‘40 del secolo scorso. 

Le agenzie sono per lo più isolate sul territorio, salvo l’agenzia n. 5 che è collocata nell’ambito dell’abitato di Malisana, insediamento di origine romana e oggi unica frazione di Torviscosa. Attorno all’agenzia, le case di Malisana vengono quasi completamente ricostruite o ristrutturate, facendo così assumere al paese l’aspetto di un villaggio operaio.